“Il linguaggio dei bugiardi” (animazione)

Ascoltiamo dalle 10 alle 200 bugie al giorno. E anche se abbiamo passato gran parte della storia a inventare modi per scoprirle cercando di rilevare cambiamenti fisiologici in chi le racconta, questi metodi si sono rilevati inaffidabili. C’è un approccio più diretto? Noah Zandan usa alcuni famosi esempi di bugie per mostrarci come potremmo usare le scienza della comunicazione per analizzare le menzogne stesse.

 

link :      Il linguaggio dei bugiardi

 

———-disclaimer———-

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale, pertanto non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all’art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001.Il materiale reperito in rete è stato in buona fede ritenuto di pubblico dominio. Alcuni testi citati o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione.